Osservatorio Permanente sul Mercato del Lavoro

QUINTA SURVEY DELL'OSSERVATORIO


"Jobs Act."

Effettua il download di quanto prodotto dall’Osservatorio o di altra documentazione realizzata da partner e promotori dell’Osservatorio


E’ stata realizzata la quinta rilevazione dell’Osservatorio Permanente sul Mercato del Lavoro.


Aumento del ricorso al contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti e, tra le novità introdotte dal Jobs Act, voto positivo anche per la previsione del contratto di ricollocazione per tutti i disoccupati e l’a-causalità dei contratti di somministrazione a tempo determinato. Forte diminuzione, invece, nell’utilizzo futuro dei contratti a progetto.

La survey è stata condotta su un totale di 419 aziende con un focus particolare su 243 aziende al di sopra dei 15 dipendenti (le più impattate dal Jobs Act) che occupano in totale quasi 300.000 lavoratori. Di seguito i risultati:
  • a fronte delle novità normative introdotte, la maggior parte delle aziende (52,5%) aumenterà il ricorso al contratto a tempo indeterminato (a tutele crescenti) nel 2015, mentre per tutte le altre forme prevale la scelta di mantenere invariato il ricorso ai diversi contratti. Ben il 50% ha dichiarato che diminuirà o non utilizzerà più i contratti a progetto.
  • La maggior parte delle imprese intervistate (53,9%) ritiene che il Jobs Act favorirà un incremento dell’occupazione.
  • Pagella del Jobs Act: le aziende promuovono il Jobs Act, con un voto complessivo di 6,2 punti in una scala da 0 a 10. In particolare, ottengono la valutazione complessiva più alta i seguenti aspetti:
    • a-causalità del contratto di somministrazione a tempo determinato: voto medio 6,7;
    • contratto a tutele crescenti: voto medio 6,6;
    • previsione del contratto di ricollocazione per tutti i disoccupati: voto medio 6,5.
  • Infine, il 64,2% delle aziende intervistate sarebbe disposto ad integrare il voucher pubblico di ricollocazione per consentire alle agenzie specializzate di offrire al personale in uscita dalle aziende un servizio di qualità pari a quello ottenibile oggi con un contratto di outplacement.


Principali evidenze

Principali evidenze

L'impatto del Jobs Act sulle scelte di assunzione delle aziende


Comunicato stampa

Comunicato stampa

Jobs Act: promossi tutele crescenti e somministrazione agile, fuga dai contratti a progetto.






  Richiedi la survey completa

I campi contrassegnati dall’asterisco * sono obbligatori








  RILEVAZIONE DELL'OSSERVATORIO
Sesta rilevazione dell’Osservatorio Permanente sul Mercato del Lavoro.
PUNTIAMO I RIFLETTORI SUL JOBS ACT
On-line i risultati della sesta survey dell'Osservatorio Permanente sul Mercato del Lavoro di Gi Group Academy.
Consulta